di PIER PAOLO PASOLINI

regia  FABIO CONDEMI

con Gabriele Portoghese, Valeria Almerighi, Emanuele Linfatti, Xhuljo Petushi,
Eleonora Pace

scene BRUNO BUONINCONTRI
luci SERGIO CIATTAGLIA
supervisione ai costumi  GIANLUCA FALASCHI
aiuto scenografo RAFFAELLA GIRALDI

foto di scena TOMMASO LE PERA
video GABRIELE FALSETTA

produzione Accademia Nazionale Silvio D’Amico e Fattore K

anno di produzione 2016

“Ho scritto quest´opera teatrale dal 1965 al 1974, attraverso continui rifacimenti, e quel che più importa, attraverso continui aggiornamenti: si tratta, infatti, di un´autobiografia”.
(Pier Paolo Pasolini dalla nota introduttiva di Bestia da Stile)

Pubblicato nel 2005, Bestia da Stile, a cui Pasolini lavorò a più riprese a cavallo del ´68, rappresenta una riflessione sulla difficoltà di raccontare i conflitti della modernità. La vicenda si svolge negli Anni ´30 in Boemia e ha come protagonista Jan, doppio del poeta e ispirato allo studente cecoslovacco che si diede fuoco durante la Primavera di Praga. Pasolini ripercorre le tappe della sua formazione letteraria e politica e al tempo stesso affronta e subisce l´ingiuria della storia, la guerra, la dispersione e la degradazione degli affetti.

Bestia da Stile è l´evoluzione del progetto “Pier Paolo Poeta delle ceneri” rappresentato alla Pelanda lo scorso Aprile, e diretto del docente di Regia Giorgio Barberio Corsetti con il coordinamento di Daniela Bortignoni.