IN REPERTORIO E IN DISTRIBUZIONE

/IN REPERTORIO E IN DISTRIBUZIONE

IN PUNTA DI PIEDI

Firenze, un adolescente e l'ossessione di una generazione, un fanatismo lungo un secolo: il gioco del calcio. Gli anni Ottanta e una città, bella di una bellezza rara. Il 16 ottobre alle ore 21, Teatro Basilica, Roma.

TEATRO E SPORT

Una serie di interventi artistici, culturali e pedagogici dedicati al rapporto tra Teatro e Sport. Laboratorio: Esercizi di drammaturgia dello sport 3-4 ottobre.

D.N.A. – DOPO LA NUOVA ALBA

Dal 30 settembre al 4 ottobre e dall'8 all'11 ottobre al teatro Basilica di Roma. Una Giovane Donna, rinchiusa in centro di recupero per malate psichiatriche, viene dimessa per essere reinserita nella società...

ABOUT LOLITA

Lolita è troppe cose per sintetizzarla in una frase sola. È l’annebbiamento della testa, il sogno di paradisi possibili e inferni prossimi, un inno alla straordinaria potenza del pensiero...

PINOCCHIO RELOADED

Musical di un burattino senza fili è la rivisitazione surreale e pinteriana del racconto di Collodi, un esperimento d’avanguardia artistica.

VAUDEVILLE!

Roberto Rustioni si confronta con il mondo della commedia e del vaudeville in una riscrittura libera e vitale da Eugène Labiche.

HAMLET

Giorgio Pasotti e Mariangela D’Abbraccio protagonisti in teatro con Hamlet per la regia di Francesco Tavassi.

I POETI MALEDETTI_ n.1 Io e Baudelaire

Poeti Maledetti_ n.1 Io e Baudelaire _Who wants to live forever?

D.N.A. – Dopo la Nuova Alba

D.N.A. - Dopo la Nuova Alba Di Anton Giulio Calenda - Un progetto del Gruppo della Creta

LA RIVOLTA DEGLI OGGETTI

la Gaia Scienza - La rivolta degli oggetti Lo spettacolo al Teatro Comunale di Ferrare del 14 Ottobre è stato annullato a data da destinarsi.

MI SA CHE FUORI È PRIMAVERA

un progetto di Giorgio Barberio Corsetti e Gaia Saitta
28/29/30 Settembre Giardino di Villa Carpegna - Roma

CALL FOR ENTRY – LABORATORIO GRATUITO

10-21 dicembre, MACRO Roma. Con Giorgio Barberio Corsetti, Alessandra Vanzi, Marco Solari. Laboratorio rivolto a giovani attori, attrici, danzatori, danzatrici e acrobati...

LE RANE

di Aristofane con Ficarra e Picone. Regia di Giorgio Barberio Corsetti. IN TOUR: Napoli, Genova, Roma, Empoli, Brescia, Pescara, Ancona

LABORATORIO

LABORATORIO Laboratorio con il drammaturgo Gian Maria Cervo e il regista Franco Eco.

GENERAZIONE XX

Lo spettacolo è una ricerca sulla comprensione delle dinamiche post-moderne di produzione di immagini e stereotipi comportamentali delle nuove generazioni.

JAKOB VON GUNTEN

JAKOB VON GUNTEN Episodi, parole e immagini provenienti dal romanzo Jakob Von Gunten e dalle testimonianze sulla biografia di Robert Walser.

REFUGEES… Noi come loro

Debutto Biennale di Venezia 31 luglio 2018 Tre serate in cui i Giardini di Castel Sant’Angelo si fanno palcoscenico per un tema di grande attualità: le migrazioni di uomini e donne, oggi come ieri, alla ricerca di una vita migliore.

SE LA LEGGE NON AMMETTE IGNORANZA…L’IGNORANZA NON AMMETTE LA LEGGE

Specchio deformato della storia del popolo italiano, furbetto, pavido, approfittatore, sinonimo di un paese bloccato incapace di andare avanti o tornare indietro.

Incuriosi artistiche di Laboratorio di Giorgio Barberio Corsetti

INCURIOSI ARTISTICHE di Giorgio Barberio Corsetti LABORATORIO SU DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA “DAL FIGURATIVO ALL’ASTRATTO... PAESAGGI E SUPERFICI”

Operazione Condor

Teatro Marcello 28-29-30 Settembre 2017 ore 11:00 Eventi Collaterali (incontri e convegni sulla tematica della ‘’violenza’’) ore 21:00 - Spettacolo teatrale

Vatican Kanjin No

75 esimo Anniversario dei rapporti diplomatici Vaticano/Giappone TEATRO NO SCUOLA OSHO E SCUOLA KONGO. Il 23 alle ore 19 e il 24 giugno alle ore 17 presso il Palazzo della Cancelleria in Vaticano Spettacolo da non perdere di teatro NO Giapponese.

IDIOTA

IDIOTA di Jordi Casanovas

IL GIOCO

Dal 31 Gennaio al 12 Febbraio 2017 IL GIOCO Di Franca De Angelis Con Anna Cianca, Alessia Sorbello e Andrea Trovato Regia di Christian Angeli

IL RATTO D’EUROPA

Il presente che noi viviamo attimo per attimo è denso di informazioni, il mondo è compresente, lo spazio ed il tempo si annullano...

EMILY NO!

15 settembre ore 21. Teatro Il Vascello, Roma. Fattore K in collaborazione con Olinda e Danae Festival EMILY. NO! Uno spettacolo liberamente ispirato alla vita e le opere di Emily Dickinson. Di Milena Costanzo. con Milena Costanzo, Alessandra De Santis, Rossana Gay e Alessandro Mor.

IL LEGAME

Todi, 27 agosto 2016, ore 21.00 Teatro Comunale di Todi, Via Giuseppe Mazzini 15 (Tel. 327-6353257; info@sedicieventi.it). Todi Festiva inaugura la sua trentesima edizione con il debutto nazionale della spettacolo di Amanda Sthers: giovane autrice parigina già consacrata in Francia e mai tardotta né rappresentata in Italia. Marie e Paul si scoprono fratelli alla morte del loro padre. Essi sono, ciascuno per l’altro, il lato misterioso ed oscuro della loro figura paterna. sono le sue bugie. Chi è stai il più amato?

PIER PAOLO !  

1, 2, 3 LUGLIO - h. 19.30, Olinda ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini via Ippocrate 45, Milano. Pasolini amava il calcio, lo giocava e lo conosceva. Questo spettacolo tratto dall’opera immensa di Pasolini è un tributo alle sue passioni, ai suoi amori e al suo sguardo così delicato e duro sul mondo, di cui il campo di calcio è una sintesi, un microcosmo, un riflesso dell’intera società che vi si muove attorno.

EMILY

Un viaggio affascinante nella vita e le opere di Emily Dickinson a cura di Milena Costanzo di nuovo in scena a Milano il 12 luglio Festival "Da vicino nessuno è normale"/Olinda con Milena Costanzo, Alessandra De Santis, Rossana Gay e Alessandro Mor.

DONNE CHE SOGNAVANO CAVALLI

“Mujeres sonaron caballos” è senz’altro uno dei testi più riusciti e rappresentativi dell’opera di Daniel Veronese. La qualità e l’andamento della scrittura sono ambigui. Una situazione famigliare, ordinaria e apparentemente normale.

DECLINAZIONI D’AMORE

Cos’è l’amore? Come amiamo oggi? Sappiamo e vogliamo amare? Come ci incontriamo? Come ci scegliamo? Cosa manca ai nostri incontri? Come ci influenza oggi la società e la sua tecnologia? Quantità o Qualità dei rapporti? Di cosa abbiamo paura? E perché? Conosciamo il tempo dell’attesa? Il senso del mistero? Il Sacrifico in amore è davvero così terribile e insensato? Siamo più liberi o solo più infelici? Cos’è per noi la felicità?

BESTIA DA STILE

Pubblicato nel 2005, Bestia da Stile, a cui Pasolini lavorò a più riprese a cavallo del ´68, rappresenta una riflessione sulla difficoltà di raccontare i conflitti della modernità.

CHI CAZZO HA INIZIATO TUTTO QUESTO

Sono situazioni molto sospese fatte di silenzi e di non detto... ruota tutto intorno all'Amore, a delle sfumature di Amore che pare non trovi mai una stabilità: o è parlato col desiderio, con l'invito al "peccato" o è brutalizzato nell'atto.

VILLA DOLOROSA

In Germania, ai nostri giorni, in una villa un po' fatiscente, abitata da una strana famiglia, si festeggia un compleanno e all'orizzonte, sullo sfondo, si intravede "Tre sorelle", il capolavoro. Cambiano le regole del gioco, ma l'obiettivo è sempre lo stesso: afferrare la vita.

REFUGEES

“Refugees” è uno spettacolo che vuole dar voce a coloro che voce non hanno: i rifugiati. Questo termine, spesso usato impropriamente, racchiude diverse tipologie di persone note e sconosciute, ma pur sempre esseri umani, segnate da un destino avverso.

RAMAYANA

Nell'induismo i testi sacri spesso sono trasmessi attraverso la musica, la recitazione, la danza ed il teatro: in tempi intolleranti e contraddistinti da guerre sanguinarie e fratricide, esiste una religione, una cultura ed una tradizione che considerano le arti performative un mezzo di liberazione e una chiave per comprendere la bellezza e la beatitudine.

EMILY

Quando ero piccola pensavo che una volta morta mi sarei trovata in un aula magna dove finalmente mi avrebbero rivelato tutti i misteri dell'universo, ad esempio gli ufo e il triangolo delle Bermuda.

LA NAVE ARGO

La Nave Argo. La macchina del tempo è un progetto rivolto agli studenti e più in generale ai giovani, ma aperto a un pubblico adulto curioso di riscoprire le storie e i miti della nostra cultura occidentale attraverso la magia del teatro, la sua disponibilità a scandagliare l’animo umano con una parola evocativa e poetica e con la sua capacità di accogliere immagini e visioni.

GOSPODIN

“Genannt Gospodin” è un testo il cui protagonista è un anti-eroe tragicomico che si ribella al capitalismo e cerca di vivere senza soldi trovando finalmente la sua libertà solo in prigione. E’ una visione spietata dell’umanità sia inquadrata che alternativa che comunque inevitabilmente dipende dai soldi e dal consumo. La scrittura è graffiante, acuta, ironica e pungente. Una galleria di personaggi comici strampalati, miserabili ed idealisti, che raccontano il nostro mondo con grande poesia e feroce malinconia.

BEING NORWEGIAN

Una notte, in Scozia, ai nostri giorni. Un uomo di circa quarant’anni e una donna sui trenta si incontrano per caso. Sean accoglie Lisa nel suo caotico appartamento: si sono conosciuti poco tempo prima in un pub.

PIER PAOLO!

Pasolini amava il calcio come giocatore (era un bravo mediano) e come tifoso del Bologna. Appena i suoi impegni glielo permettevano organizzava una partita, e la Domenica seguiva il campionato, in tv o allo stadio, molte volte spostandosi per seguire la sua squadra in trasferta.

IN FLAGRANTE DELICTO

Sulle tracce di Gesualdo da Venosa. Un lavoro di ricostruzione e ricerca, di verità storica e riproposizione poetica, fra storia, mito e leggenda.

CENERENTOLA. LA PARTE MANCANTE

“Cenerentola è un pretesto per riflettere, attraverso la favola di tutte le favole, sul mondo del senso creato culturalmente.” Differenti situazioni dove i testi, i suoni, le immagini e le canzoni ci racconteranno delle storie avvalendosi della tecnologia, come strumento complementare di comunicazione.

CLEANING THE HOUSE

America anni settanta. Mentre in tutti i campi artistici si cercano nuove forme di linguaggio, la poetessa Anne Sexton distrugge quella che aveva appena creato. Definita una poetessa confessionale, le sue poesie sono un processo alchemico di vita privata, psicanalisi, ritmo, favole e simboli. In circa tre anni, la casalinga matta diventa una star e vince una grande quantità di premi autorevoli, tra cui il Premio Pulitzer.

LA GUERRA DI KURUKSHETRA

Tratto dal Mahābhārata, uno dei più grandi poemi epici dell’India, testo fondamentale della religione induista, “La guerra di Kurukshetra” racconta uno dei degli innumerevoli filoni dell’immensa trama di questo antico testo in sanscrito.

IN SOCIETÀ

Divertimento! divertimento! Divertimento! Un’esagerazione, un’agitazione, un’irritazione. L’ultimo giorno di un grande gelo in una casa decadente con le crepe ai muri.

EHI!

Dal genio di Jean-Pierre Lescot nasce il talento per il teatro di figura di Ivan Franek, attore poliedrico che muove i primi passi alla Scuola Superiore di Teatro e Marionette di Praga per poi spostarsi a Parigi dove avverrà l’incontro col maestro con cui condividerà 10 anni della sua vita.

IL CASTELLO

Il progetto Il Castello trae la propria ispirazione dall’omonimo romanzo di Franz Kafka, ed è un adattamento teatrale dell’opera curato e diretto da Giorgio Barberio Corsetti, con la forma di spettacolo itinerante.

TRE ATTI UNICI

Anton Cechov cercava di catturare la vita così com'è, lontano dal soggettivismo e dal facile lirismo. Cercava un'emozione che non fosse sentimentalismo, un senso del tragico che non fosse melodramma, un umorismo per nulla grossolano e pagliaccesco. Detestava la magniloquenza e la retorica. A teatro non sopportava gli attori che recitavano troppo. Quasi cent'anni dopo Raymond Carver lo elegge a proprio personale maestro: era un precursore, è il più contemporaneo tra i “classici”.

MUSICA ROTTA

L’opera di Veronese permette il transito attraverso il mistero. Non ha bisogno di spiegare. Il grande tema della contemporaneità, che Veronese incarna perfettamente, è la sopportazione del mistero, non da un punto di vista religioso, ma laico, un mistero senza dio, il mistero che appare dietro la rottura della grande illusione, della religione della ragione, della grande storia, di ciò che organizzava tutto.

LUCIDO

Una pièce ingegnosa e accattivante, ricca di dialoghi surreali e perfetti. Un'opera drammaturgica davvero esemplare, capace di indagare nell’animo umano con dolcezza e fermezza allo stesso tempo, che “fa ridere”, e anche tanto, pur trattando di temi niente affatto divertenti.

COMMEDIA

Giorgio Barberio Corsetti torna in scena con un monologo scritto e interpretato da lui, che s’intreccia con le note del musicista Gianfranco Tedeschi. 
Lo spettacolo è il compendio e l’ulteriore elaborazione di anni di lavoro di Corsetti sul testo, sui modi di porgerlo al pubblico, sulla sua esperienza di artista e di uomo.